Home Calincontro Garganico 2015 Calincontro garganico, 1-3 maggio 2015, Califoggiano

Calincontro garganico, 1-3 maggio 2015, Califoggiano

1856
0

di Califoggiano
Scusate l’assenza ragazzi, ma al rientro sono andato diretto in ufficio e da lì è ricominciato il solito tran tran , con poco tempo libero da dedicare alle considerazioni finali di questa MERAVIGLIOSA edizione
Il Garganico è in archivio, è difficile descrivere l’emozione che ho provato a guardare la mia terra coi vostri occhi, a sentire i vostri commenti entusiasti su percorsi, paesi e paesaggi attraversati!
Il meteo è stato dalla nostra parte anche stavolta e ci ha permesso di godere di un bel weekend (luuuuuuuungo per molti) all’insegna dell’allegria!
C’è un’immagine di cui son proprio contento e che ogni volta che tornerò a Vieste si farà strada tra i ricordi:

Eravamo tanti anche stavolta e non è stato semplice gestire tutto, ma siamo riusciti a venire a capo dei disguidi e far sì che tutto funzionasse al meglio!
Del resto che non avessimo gli astri dalla nostra parte si era capito già giovedì, quando dopo il viaggio da zavorrino di Edo (in colonna orobica allargata, con ansia da rifornimento ) nell’ordine:
-arrivato al box non trovo le chiavi della moto
-chiamata di Rotondo che mi fa fare cattivi pensieri
-trovate le chiavi, moto che va a 1 (risolto con cambio candela)
-arrivato in camping il casino delle lenzuola

Ma come sempre gli abbracci e le chiacchiere con gli amici, la conoscenza dei nuovi arrivati e lo spirito allegro e scanzonato sistemano tutto.
Poi solo per citare qualche altro episodio dei giorni successivi:
-scivolata venerdì mattina poco dopo la partenza da Vieste, causa olio? Gasolio? in una curva: non capisco bene cosa stia succedendo fino a che non vedo la ruota posteriore sorpassarmi aziono il sedile eiettabile ma qualcosa va storto e non mi riesce il lancio dalla moto per evitare la caduta, in compenso una volta a terra si staccano sella e serbatoio
-pizzaiolo del pranzo che richiamato sabato mattina da Rodi per confermare l’orario (e meno male!!), mi fa: ma non era domani?
-nel traffico di San Marco in Lamis sento squillare il telefono e riesco a rispondere: è luca46 che pensavo avesse problemi a trovare l’agriturismo visto che si era avviato col manipolo RAPIDO dal mattino.. ed invece era già lì ma il proprietario aveva perso la nostra prenotazione Me lo passa, lo minaccio di morte istantanea visto che eravamo quasi arrivati ed alla fine riusciamo a sistemare tutto.. fortuna (sua ovviamente) che avevo dietro il foglio della prenotazione e che l’avevo chiamato non più tardi di 4 giorni prima per confermare il numero

Nonostante si sia avvertita l’assenza di alcuni amici durante i dopocena etilici abbiamo passato delle belle serate ed istituito la giusta punizione per che commette delle mancanze: il temutissimo AMARO AMARO, portato da Scianktokescia direttamente dal Convento dei frati Sodomiti
Una goccia di quello ed anche lo Sturalavandini di ROtondo diventa una delizia
Vabbè, qualche altro episodio divertente lo racconto più avanti, intanto vi voglio ringraziare TUTTI

Un enorme GRAZIE a:
-Camping San Pablo e Marilina, Roberto e Francesco per accoglienza e bontà delle cene
-al Gargano col suo mare ed i suoi monti, che ci ha resi tutti più belli
-al comune di Vieste che ci ha permesso di parcheggiare a Marina Piccola, normalmente vietata ai veicoli

E soprattutto, in ordine sparso:
-al Console, per la tenacia e la forza d’animo, una lezione per tutti. 4 giorni assieme sono un dono, le scorregge notturne un po meno
-al Senatore, per la disponibilità e, soprattutto, per la PRESENZA dopo tanto tempo
-ai Tatiani, che riescono sempre a far sorridere e tirar su chiunque e a cui voglio un sacco di bene nonostante non abbiano portato il Capitan Pipa come promesso
-al Tenente, che mi ha scorazzato per 850km e che s’è sbattuto non poco a far da scopa durante i giri.. Una certezza!
-agli orobici (Luca, Giulio, Gianni) con cui si scorrazza spesso su strade di casa loro e che son davvero felice di aver portato “a casa mia”
-al MGWC Aquile Garganiche, ovvero Giovanni, Antonio, Vincenzo, Michele, Matteo etc etc, per la disponibilità e l’aiuto durante i giri
-al Calincontabile per i preziosi servigi resi ed a lui ad al suo gruppo di infedeli per l’allegria che han saputo portare La prossima volta più prestazionali nei dopocena però
-a Luca46, Panatta Nevada e DJ Crash per la ventata di gioventù e di gas sui percorsi
-a Goldrakerm per le risate etiliche e il divertimento su strada
-a Pandora, al suo Vraaaa ed al suo temperamento che nei dopocena tira fuori il meglio
-a Nello, uno spasso come sempre e per il servizio autista reso..
-a Zio Vittorio, una bella scoperta! Per rimanere una notte in più con noi non c’era bisogno di bucare: vabbè la timidezza però..
-a GPBertch, amico di tante avventure dai monti ai laghi fino alle piscine
-a Caligigi, una bella conferma
-a DottorSpock, Santus e Orso Bianco, felicissimo di avervi ospitato dopo tutte le volte che sono stato io da voi
-a LCocolao, mitico!
-al Duca, Fede, Dingo e Simone ed il Gruppo Vacanze Abruzzo, sezione dello Stormo Guzzista, Nando, Ivano, Marco e rispettive consorti: grandi sia in strada, che a tavola, sempre pronti a stappare, fare foto e video, a ridere e scherzare: vi adoro
-a Scianktokescia, partito in solitaria da Firenze con sosta al convento degli ormai famosi frati sodomiti (spero tu non abbia dormito con loro ). Ora che l’AMARO AMARO è un’istituzione non puoi più assentarti
-al Pensionato, che ritornava a casa anche lui con questa edizione! Ti ho un po perso nei dopocena.. sarà che non c’era Nedo??
-a Dooan straordinariamente in veste di partecipante , @ngelspike e Clabo: prestazionali da mattina a sera, bravi Per i primi 2 è una conferma, Clabo è stata una piacevole scoperta.. spero ci saranno altre occasioni
-a Beppe ed ai suoi brindisini, a sua moglie (santa donna) ed al cane: uno spettacolo il sidecar tra le curve ed il proprietario tra le bottiglie, la sera
-a Daniele e Alberto, partecipanti ideali per allegria e spirito di adattamento
-a Almerico, che purtroppo non ho salutato Domenica ma che mi ha fatto molto piacere rivedere
-a chi non è venuto, ma ci ha fatto sentire la sua presenza
-a tutti noi, che siamo una squadra fortissimi!!!