Home Aquile Emiliane Ticcio

Ticcio

180
0
CONDIVIDI

Allo start sul giro cloù del sabato le Anime muovono sui tracciati delle antiche vie già calcate dai pellegrini indigeni, scaricati mesi prima da internet e gelosamente custoditi in reliquiari che si sveleranno ben presto cosa terrena dimostrando invece che solo la Fede porterà a Casa

resta ai box il pellegrino Fange (mai visto un box con la madoninna in pietra cmq) che si fustiga nella ricerca di ricambi-reliquie e meccanici-vescovi per tutta la mattinata senza però ricevere la tanto desiderata assoluzione e la conseguente remissione dei peccati evidentemente commessi

d’un tratto il Centro Tabor, diventa luogo di manifestazione tangibile dell’Altissimo con la comparizione su angelico Guzzi California di Lino&Signora (il meccanico di Anka è solo Lino però), cosa già ampiamente sufficiente a dimostrare che “Dio c’è”, autostradalmente parlando almeno e l’umile Fange procede quindi con le abduzioni del mattino ed il rito del lavaggio dei piedi di Lino è disturbato solo da quello più commerciale fotografico del Tatuato (peccatoreee, “escilo dalla Casa di Mio Padre!!”)

Emilia, terra di Lambrusco e Tigella, Bollito e Cappelletti in Brodo (Laudato sii sempre ‘O Mio Signore), Motori e Meccanici sopraffini si mostra a noi pellegrini anche coll’altrettanto notorio carattere , DISPONIBILITA’ (vera aggiungo) verso il prossimo

il Signor (che ci possò fà, mi vengono naturali) Beppinoeuuiua però non si manifesta a noi sotto spoglie iconografiche, avvolto da un aureo lenzuolo bianco (ho controllato il codice colore ndr), il viso pallido e scarno con gli occhi cerulei bensì incastrato dentro maglietta e pantaloncini corti, viso roseo e ben paffuto, rosso di pelo ed occhio vispo dietro l’occhialino quadro (boia, che fighetto, non sarò mai un credente!) e l’unica similitudine che ho faticosamente cercata sta nel Bianco del Furgonato Renault debitamente attrezzato e carico delle preziose reliquie “guarnizioni teste tonde 850” più altri sacri oggetti (secondo me però una puntina più scuro rispetto a quello del Velo di NS Signore)

l’incedere del giorno è scandito dai rintocchi di telefono cellulare che si susseguono vani al Centro Tabor, ormai elevato ad Abbazia e solo nella serata si compie il MIracolo, non manifesto al resto delle Anime Pellegrine durante il religioso silenzio della frugale Ultima Cena (ultima in ordine cronologico, fave!); nella adiacente Cappella Votiva a San Beppinoeuuiau, tra moccoli e madonne di ogni sorta, gli Apostoli Fange e Peppone stanno celebrando la funzione religiosa nota ai piu col nome di Cambio delle Guarnizioni di Testa che si prolunga nei tempi solo a causa dal Chierichetto Rino che li cuoce a puntino usando a mò di cero-torcia il faretto alogeno da 3000 watt presente sulle rastrelliere della cappella

“l’Ascensione non funziona maremma maiala!” esclama l’apostolo Fange e di rimando l’apostolo Peppone sbotta “famme accènne er cero a me, ‘sta mano sa’ esse fero ma pò esse piuma”!

il Diavolo esce dal Corpo del LeMans di Fange avvolto giustamente da una nuvola di fumo nero imprecando in romanesco “ce stavo bbene nei cilindri, la guarnizione della testa era pure saporita così come l’olio!”… ustionati ma felici della grazia ricevuta gli apostoli Fange&Pepper si deliziano il palato con i ravanelli e le costole di sedano raccolti in elemosina dai due pietosi pellegrini autoctoni Andrea e Paolo che per il gesto verranno ricordati sul Calendario Gregioriano coi nomi di SS Anka e Badude Martiri

solo questo val pur bene una Messa (per me), il resto lo conoscete tutti più o meno alla stessa stregua del Passo delle Radici
epitaffio patchiano:

“la via puo essere smarrita ma poi la strada per il ristorante si trova!”
Pellegrini d’ogni dove, avete toccato con mano l’Amore Cosmico, iscrivetevi e moltiplicatevi tutti quindi portate la lieta novella a chi è ceco di luce!

da il Vangelo secondo Beppinoeuuiua”, Anime Apostole Pavullo nel Frignano, Incontro di Primavera Anima Guzzista 2017

Ps…sò dove abita Beppe e con l’aiuto di Ettore si potrebbe erigergli un monumento in cortile rendendo possibile così i pellegrinaggi votivi delle Anime

no. aspetta…forse meglio di no, ci vuole un pò troppo marmo