Home Racconti Come sono diventato guzzista Come sono diventato Guzzista: Roberto Segatori

Come sono diventato Guzzista: Roberto Segatori

75
0

Come sono diventato Guzzista:

la cosa, forse,anzi sicuramente risale a quasi 100 anni fa…era il 1927 o 28, mio papa’ decise di comperare una Guzzi 500, la prima Guzzi a telaio elastico come si diceva allora. veniva gia da altre moto. Grande moto per l’epoca. Gli anni passarono e mio padre, causa guerra vendette la moto e a guerra finita, ne compro’ altre, non ricordo che moto ebbe negli anni a seguire, la…le moto durarono fin quando nel 59 “nacquetti io”, il che disse, in 4 sul sidecar non si puo’ andare, sai, la carrozzina……cosi’ compro’ la 600. Non si parlo’ di moto fino ai miei 14 anni,quando un giorno mi disse…vuoi il motorino? non ci credevo……certo….aveva gia ideato tutto…..mi porto’ da un rivenditore, che vendeva motorini Guzzi, dingo..3..4 marce (era il mio sogno) e in un angolo…lui..il Nibbio…..mi presero in giro, facendomi credere che avrei guidato quello a 3 marce, che normalmente veniva usato dai vecchietti che andavano in campagna !! Ero infuriato……e loro ridevano…dopo qualche minuto di incazzature…mi arrivo’ uno scapaccione alla testa….e indicando il Nibbio….”capoccio’, quello è il tuo” !!! E inizio’ la vita…si la vita Guzzista. Pasano gli anni, il motorino a un certo punto si lascia per la mitica 500, sa..le ragazze……cosi’ un giorno, il pallino delle 2 ruote riemerge, mi prendo un Cagiva 125, cosi per divertirmi, dura poco, lo rido’ via e acquisto una splendida Suzuki 550 gse che un amico aveva in garage, ma non poteva prendere, causa il papa’ malato…C’ho fatto molti anni,arriva il matrimonio….gia da molto, ogni volta che mi mettevo in giardino a pulire e lucidare la moto, papa’ scendeva, si sedeva e mi guardava, diceva solo….ma la Guzzi, quando te la fai? Non capivo…..bei giri in moto, ma non capivo….fin quando un giorno a viale trastevere a Roma, passando con un collega, noto lei…o lui….il LeMans1000, semi abbandonato….dopo pochi giorni lo porto a casa. Era gennaio 90. Quella sera che lo portai a casa, mio padre non connetteva, fin quando non sono arrivato a casa….serata di tramontana..un freddo bestiale…è sceso…e ridendo mi disse….ce l’hai fatta a prendere una Guzzi……..mentre scrivo piango, ripensandoci !!! Dopo poco vendetti il Suzuki, senza nessun rimpianto. Mio papa’ era rinato, vedendo quel Guzzone rosso…..sul guzzone c’ho cresciuto due figli, Roberta, che ora ha 30 anni e Alessandro, 25 e gira con un GSXR750., anche lui dopo un paio di moto…..ma è innamorato del mio….,vabbe’ lo dico dopo. Nel 97, papa’ mi lscia, una botta trenenda, ma il ricordo del suo pensare e fare con le moto mi fa passare tutto. Dopo moltissima strada e almeno una decina di GMG, arriva un’altro lui…..V11 Coppa Italia, preso a Mandello, in modo molto particolare. Ecco, mio figlio è innamorato perso di lui !!! Era il 2005, ho iniziato a girare col V11, ma intanto mi sono tenuto stretto il LeMans, mi hanno vietato tassativamente di venderlo, il terzo figlio……ho la fortuna che mia moglie ama anche lei la moto, e cresciuti i ragazzi, come possiamo….V11, o Le Mans, si va, anche lontano senza problemi.

La finisco qui, ma se l’avessi accorciata, era sconclusionata e mi avreste preso per matto. In questo periodo di virus……sto sempre con loro, a volte piano piano, ci parlo,quando non mi sente nessuno……ci sono altre moto, ma le Regine sono loro !! Le adoro. La famosa Guzzite, ce l’ho nel DNA.

grazie della pazienza.

Buona strada a tutti.