Home Incontri e racconti Incontri Aquile Emiliane 2017 – 18° Incontro di Primavera

Aquile Emiliane 2017 – 18° Incontro di Primavera

4680
0
CONDIVIDI
Aquile Emiliane 2017
Aquile Emiliane 2017

Ci siamo. Finalmente è giunto il momento di cominciare a chiedere le ferie, il permesso alla moglie, al patner (politically correct!), alla mamma, ai figli. E’ inoltre fortemente consigliato di iniziare una leggera dieta al fine di presentarsi in leggiuadra e smagliante forma.

Ma come, dove! Ma ad Aquile Emiliane, Il 18° Incontro di Primavera di Anima Guzzista!
L’inimitabile, mitico raduno organizzato per ringraziare il dio delle curve, della cucina, dell’amicizia, della fratellanza guzzista e… del rock ’n roll!

Come avrete intuito, ci recheremo in terra di parmigiano e gnocco fritto, di strade sinuose e panorami incredibili. Alle pendici dell’appennino modenese ci attende, a Pavullo nel Frignàno nella frazione di Pianelli, la Casa per ferie Tabor per farne il centro del mondo dal 2 al 4 Giugno.

Tre giorni ricchi di belle strade con percorsi “che levati”, soste in ristoranti che “oh mamma mia!” e pause riflessive in… giardini zen!

Non ci sembra il caso di affrontare, qui, il tema cucina del modenese. Vi proponiamo solo delle parole buttate lì a caso: Aceto balsamico, Lambrusco, Parmigiano Reggiano, Cotechino, Zampone di Modena, Nocino, Amaretti di Modena, Ciccioli montanari e campagnoli, Crescentina (non chiamatela tigella) con pesto modenese, Gnocco fritto, Lasagne, Tortelloni, Tortellini, Coppa di testa, Passatelli, Maccheroni al pettine, Bollito misto (nervetti, zampetto, testina, piedino, polpettone, cotiche ecc…), Zuppa inglese… e il maiale in tutte le sue variabili, compreso il sanguinaccio, anche se non si potrebbe più fare!!!

burp! …caffè e amaro grazie!

Sistemato l’argomento “cucina” andiamo a vedere le strade su cui si snoderà il serpentone di Anime (motodispersione permettendo): i percorsi studiati dai nostri fanastici esperti ci faranno scorazzare, in lungo e in largo, per l’appennino modenese. Verrà rigorosamente evitato il “diagonalone” dell’Emilia Romagna, la via Emilia, e il rettilineo più lungo sarà giusto giusto la lunghezza del California 1400… così siamo sicuri che ci stiamo tutti.
Incontreremo i Castelli Matildici (da Canossa a Rossena) e la Casa del Tibet dove, sulla piazzola di sosta panoramica antistante, Goffredo parcheggerà il suo Trotter, nuovo nuovo, che potremo fissare per due ore favorendo così la meditazione zen, riuscendo poi a perdere la nozione del tempo. La stessa cosa che accadrà a Goffredo per tornare col suo nuovo cavallo d’acciaio ad Abu Dhabi.

Dopo tante curve, tante mangiate e tanta meditazione, arriverà il momento tanto atteso del sabato sera: il megasuperiperconcertone della Guzzisti Liberi Blues Band foriero di Amore Cosmico e gin tonic all’open bar… ovviamente la serata offrirà musica da balera, liscio e salterello. Si consiglia l’usi di busti, bustini stecche e pancere contenitive (anche tutte insieme) per evitare troppi sballonzolamenti dei musc… degli addom… “dell’eccesso di alimentazione” durante il ballo. I brani che la GLBB andrà ad eseguire andranno da “You are my sympathy” di Gimmi Hendrix a “Goodbye sea” dei Sweetwater Revaivàl, tenetevi pronti! Ovviamente avremo la maglietta celebrativa del raduno (che sarà consegnata in cambio dello scarico di responsabilità – ricordatevi di portarlo! -) da sfoggiare durante la serata!

IL PROGRAMMA:

 

16/05/2017: ATTENZIONE! IL RISTORANTE DEL VENERDI’ E ALCUNI PERCORSI SONO CAMBIATI! LE MODIFICHE  SUL FORUM A QUESTO INDIRIZZO:

http://forum.animaguzzista.com/viewtopic.php?f=1&t=56757&p=1696162#p1696162

 

VENERDI’ 2 GIUGNO

Appuntamento alle ore 10.00 al parcheggio poco dopo il casello autostradale dell’A1 di SASSO MARCONI
https://goo.gl/maps/oLPnp3jgT4D2

Alle ore 11.00 partenza per il ristorante:
il percorso stradale non cambia, ma non mangiamo più alla locanza zita, ma alla locanda san giorgio. Si tratta di un locale che i gestori della zita hanno rilevato mesi fa e siccome c’è una sala grande dove possiamo stare tutti insieme abbiamo deciso di dare alla gestione l’ok allo spostamento. Non ci saranno problemi organizzativi, perchè la locanda san giorgio è sul percorso, 500 mt prima di quell’altra. Per di più c’è un ampio piazzale dietro al locale, che useremo come parcheggio. Il gestore ha garantito che la qualità sarà la medesima, visto che ci fanno da mangiare i genitori, esperti ristoratori.
RIFORNIMENTO: 1 distributore no-logo a Fontana, 3 km sul percorso dopo il parcheggio di Sasso – 1 distributore no-logo a Vergato, sempre sul percorso, circa 20 km dopo la partenza.

Percorso (83 km)
https://goo.gl/maps/DSBW2kkDgYE2

LOCANDA San Giorgio
http://www.locandasangiorgio.com/

Il menù concordato prevede: Un primo a scelta, secondo crescentine con cacciatora, salsiccia all’ubriaca, costine in umido e lardo, crostate, vino e caffè.

Dopo un momento di recupero e di riposo, ripartiremo alla volta della Casa per Ferie TABOR dove fisseremo il “campo base”.
E’ possibile un’eventuale visita pomeridiana per chi non vuole fare troppa strada: i murales di lavacchio o il castello di montecuccolo o la pieve di renno, tutte frazioni di Pavullo, quindi raggiungibili in una mezz’ora dal luogo del pranzo.
Qui occorre una avvertenza, il percorso non è particolarmente lungo, ma è duro. Moltissime curve ed, a tratti, il fondo non ottimale. Occorre quindi una avvertenza a pranzo, così chi ha molti km sulle spalle per l’arrivo, abbia possibilità di scelta. ci sono infatti due varianti, il “Giro Corto” ed il “Giro Turistico”. Quello corto taglia di molto e velocizza l’arrivo al Tabor; quello turistico visita alcune particolarità nelle frazioni vicine, come già detto.
Visita: Ponte di Olina, Pieve romanica di Renno, Castello di Montecuccolo, Murales di Lavacchio.
Una cautela sul percorso turistico: le strade sono strette, quindi attenzione. Il ponte di olina è raggiungibile solo “pedibus calcanti”, nell’ultimo tratto, altrimenti diventa un problema girare le moto e ripartire.
RIFORNIMENTO: distributore Low Cost centro comm.le CONAD a Pavullo

I link dei percorsi sono:
PERCORSO VENERDI’ POMERIGGIO – 128 Km:
https://goo.gl/maps/VXSzNQMmQSU2
VENERDI’ POMERIGGIO CORTO – 40 Km:
https://goo.gl/maps/Z6aWumVG1JE2
VENERDI’ POMERIGGIO TURISTICO – 30 Km:
https://goo.gl/maps/YfEHhf2tZ6C2

Arrivo al centro Tabor: sistemazione e cena
http://www.casaperferietabor.it/

SABATO 3 GIUGNO

Sveglia, abluzioni e colazione. Vestizione da biker duro e puro e alle 9.30 tutti pronti con gomme gonfie e pieno fatto.
Abbiamo modificato il percorso. alcuni tratti hanno un brutto fondo, ed è una rottura di cabasisi andare in discesa su strade piene di buche. Qui alterniamo tratti curvosi a tratti veloci, così in funzione dell’orario e dell’eventuale ritardo nella partenza da pavullo, ce la gestiamo meglio con eventuali soste caffè.

PERCORSO SABATO MATTINA – 82 Km:
https://goo.gl/maps/LmfSWoSDy4m

SABATO POMERIGGIO
La modifica è dovuta principalmente al fatto che, avendo vicino passi motociclisticamente interessanti, sarebbe stato uno spreco non approfittare dell’occasione, andando a cercare anche un pò di fresco in alto. Qui quindi si cambia radicalmente. Anche qui c’è la possibilità del “Giro Turistico”.

PERCORSO TURISTICO- 163 Km:
https://goo.gl/maps/gy2nhcsaXF12
PERCORSO BREVE – 18 Km:
https://goo.gl/maps/UAtmWVKVJTw

Il ristorante non ha sito proprio, ma reperibile su Tripadvisor:
https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g2167905-d3421460-Reviews-Agriturismo_Mulino_in_Pietra-Casina_Province_of_Reggio_Emilia_Emilia_Romagna.html

Durante il percorso saranno consentite soste per i “birrini defaticanti” necessari fino ad arrivare al ristorante Mulino di Pietra (Cortogno di Casina – RE) dove il menù, per il pranzo, prevede: antipasto gnocco fritto e salumi; bis di primi tradizionali (tagliatelle al ragu classico e tortelli verdi), acqua, vino e caffè.

Il pomeriggio ci proporrà un percorso con possibili visite e soste per chi non vuole fare troppa strada: castelli Matildici (Canossa poco più che un rudere, Rossena un pò più decente) e la Casa del Tibet, un luogo di ritrovo di pensatori delle filosofie orientali e zen. Molto particolare e bello, ci perdi tranquillamente un’oretta specialmente se Goffredo parcheggia il Dingo Cross al punto giusto.

Percorso (189 km)
https://goo.gl/maps/Fw7gczsSqJA2

Arrivo al Campo Base, cena e concerto della GLBB, open bar e si tira fino a mattina!

DOMENICA 4 GIUGNO

Sveglia, colazione e baci, abbracci e voglia di rifarlo subito, il più presto possibile.
Goffredo laverà il suo nuovo V65 C in vista del rientro a casa.
Partenza alla spicciolata.

Il raduno è aperto a tutti.
Per la partecipazione al raduno è prevista solo la formula tre giorni “all incusive”.
Due pernotti, due pranzi e due cene.

  • soci di Anima Guzzista – 140 Euro
  • non soci AG – 155 Euro

Posti limitati per sole 120 persone

Le iscrizioni al raduno chiudono il 20 Maggio.

1. Invia il pagamento della formula scelta

Tramite PayPal o bonifico bancario
(scegliendo di pagare tramite Paypal verrà aggiunta alla quota il costo della transazione)


Pacchetto raduno



In alternativa puoi effettuare un versamento della quota con bonifico bancario
Intestato a : A.S. Anima Guzzista
Banca Popolare del Lazio
IBAN – IT96D0510441220CC0170522613
Codice Swift – BPLZIT3VXXX
Causale : “Aquile Emiliane 2017”

2. Compila il modulo di iscrizione al raduno

Dopo aver compilato il modulo di iscrizione, riceverai come conferma una email riepilogativa dei dati sull’indirizzo indicato in fase di registrazione.

3 – scaricate il modulo di scarico responsabilità

da consegnare obbligatoriamente il primo giorno di raduno, debitamente compilato. In cambio riceverete la favolosa, unica, intovabile tshirt del raduno!

4 – segui e partecipa alla discussione sul fourm! Incontra le Anime per strada.

Ricordatevi: di portare un paio di elastici per fermare il prosciutto ricordo, che comprerete strada facendo, di munirvi di un paio di bastoncini d’incenso per la meditazione zen della moto di Goffredo (perchè non la fanno più poi…), di non mangiare troppo nei giorni antecedenti il raduno.

Lo staff a dieta con la foto del Trotter sul comodino.