Home Incontri e racconti Passione, ” ‘na storia Italiana”

Passione, ” ‘na storia Italiana”

1741
0
CONDIVIDI
immagine-racconto

di Domenico “Mimmo” de Caprio

 

Era ‘o luntano 1919, forse ‘nu Natale,
quanno Carluccio Guzzi facette ‘a Normale.
A Mandello int’a n’officina ‘e nu ferraro
aveva criato ‘nu giuiello overamente raro.
‘Nsieme ‘e cumpagne Parodi e Ravelli
avite fravecato e vulato cu tanti modelli;
cu ‘o Galletto e l’instancabile Airone
ci è regalato ‘na sfrenata passione!
‘O mutore quattro tiempi cu ‘o cilindro orizzontale:
‘nu vero orologio… è ‘na truvata geniale!
Inimitabile ‘o rombo quanno passa pà via
al pilota dà sicurezza e ‘a sacca tanta economia.
‘Nu garofano all’occhiello pe’ studi e progettazioni
tre ‘nciegnere: Carcano, Todero e Cantoni
dell’università della moto docenti d’eccezione,
cu’ nostra grande emozione simmo arrivate ‘o Falcone.
I ploti comme ‘a Tenni, Balzarotti e Ghersi
trofei agguantate cu’ sacrificio e mai persi.
‘A Moto Guzzi a otto cilindri canta comme a mille sirene
è ‘na sinfonia ca te fa sciogliere ‘o sango dinto ‘e vvene!
Io cu’ mamma e papà ricordi di una vita
all’alba cu’ ‘o Galletto a Lagonegro pe’ na gita.
So passate cinquantanni… se scagnato ‘o culore
ma basta ‘na pedalata e s’accende core e mutore.